Una casa di comunità per San Martino in Rio

Accoglierà in un unico edificio servizi sanitari e sociali

La pandemia ci ha insegnato che il Servizio Sanitario Nazionale deve potenziare i servizi di medicina di base e le strutture territoriali. A questo proposito c’è una buona notizia e riguarda proprio il nostro distretto, precisamente il Comune di San Martino in Rio. Nella prossima primavera inizieranno i lavori di costruzione della Casa di Comunità. L’edificio, che si affaccerà su Via Rivone, accoglierà servizi sanitari e sociali insieme, in un’ottica di unificazione e coordinamento.

Il 15 febbraio scorso il Consiglio Comunale ha votato il diritto di superficie all’AUSL di Reggio Emilia. L’inaugurazione della Casa è prevista per il 30 giugno del 2026.

Come si vede nella planimetria che pubblichiamo, la costruzione sarà su un unico piano e articolata in undici ambienti. Al suo interno i cittadini di San Martino in Rio potranno trovare:

  1. Sportello Sociale
  2. Servizio Sociale Professionale Territoriale
  3. Servizio “Salute donna”
  4. Ambulatori di medicina generale (tre medici organizzati in medicina di gruppo)
  5. Ambulatori pediatria di libera scelta (due pediatri organizzati in medicina di gruppo)
  6. Segreteria e contestuale Servizio di prenotazione CUP (medicup)
  7. Punto Prelievi (per target di popolazione con patologia cronica e disabilità)

10.Ambulatorio polifunzionale/specialistico

  1. Spazio Polifunzionale (riunioni di équipe, eventi formativi, attività di promozione della salute).

L’attuale assessore alla Coesione Sociale e alla Salute Matteo Panari ricorda che il progetto della Casa di Comunità è nato nel precedente mandato amministrativo, per iniziativa del Sindaco Paolo Fuccio e dell’Assessore Rosamaria D’Urzo. “La lettura del Rapporto Annuale Istat di luglio e del Rapporto OsMEd (Osservatorio nazionale sull’impiego dei medicinali dell’Agenzia Italiana del Farmaco) di agosto – sottolinea Panari – ci dice chiaramente che il tasso di benessere di una comunità dipende dalla prevenzione e dalla educazione ad un corretto stile di vita ed è direttamente proporzionale all’efficacia del Servizio Sanitario Nazionale e dei Servizi alla persona degli Enti locali. Con questo progetto crediamo che qui a San Martino in Rio si possa andare in questa direzione. Siamo convinti che trovare vicino a casa e nello stesso luogo i servizi sanitari e sociali indispensabili faccia sentire il cittadino più sicuro e vicino alle istituzioni. Cosa di cui abbiamo avvertito la necessità nel periodo della pandemia”.

Condividi:

Leggi anche

Newsletter

Torna in alto