Un nuovo cocktail per una bella serata

Il Vespjto, mix di Mini Bar e Vespa Club

Una pubblicità di tempo fa diceva “Chi Vespa mangia la mela…” aggiornato con fantasia da Andrea, detto “Il Barba”, titolare del Mini Bar assieme a Valentina, detta “La Padrona”. Ora suona così “Chi Vespa mangia la mela… e si fa un buon cocktail Vespjto”.

La serata-raduno di Vespe, intese come famose e ambite motorette anni sessanta, si è svolta con folta partecipazione in una serata di ottobre ancora calda: ritrovo in corso Mazzini presso il Mini Bar, in occasione dell’anniversario del settimo anno di gestione.

La serata non poteva che chiamarsi “Vespjto”, visto che i protagonisti erano Mojito e Vespe Piaggio: alcune decine di esemplari, di varie fogge e colori, facevano sfoggio della loro intatta eleganza in Corso Mazzini, chiamate a raccolta dal Vespa Club Correggio. Si sono date appuntamento presso il locale del centro cittadino per passare una serata in allegria.

L’atmosfera richiamava alla mente vecchi ricordi cinematografici, un po’ “Dolce Vita”, via Veneto in formato nostrano, con tanti “paparazzi” moderni senza strumenti di ripresa fotografica, solamente smartphone, non obsolete macchine fotografiche con rullino inserito; un po’ “Vacanze Romane” per la gioia che aleggiava sotto l’orologio della piazza, anche se purtroppo Audrey Hepburn e Gregory Peck non erano tra i presenti.

L’atmosfera che si respirava faceva pensare più a “American Graffiti” o a “Jack Frusciante è uscito dal gruppo”: scanzonata, modaiola, informale, da concerto rock, ma pur sempre nei limiti del buongusto. Alcuni vespisti però, bisogna dirlo, erano un po’ naïf, nostalgici, silenziosi, più sul modello Nanni Moretti in “Caro diario”, mentre gironzola per una Roma semi deserta, o Peppino e don Camillo sugli argini nebbiosi del Po, mentre la “Correggio By Night” si è rivelata bella e vivace grazie a questa iniziativa del Mini Bar.

Una serata in cui un cocktail ci stava benissimo viste le temperature ancora alte, che hanno reso il convivio sotto i portici decisamente piacevole: i centauri hanno condiviso le emozioni provate durante le vacanze appena trascorse, hanno decantato la bellezza dei luoghi visitati (imprecando però sui prezzi e l’affollamento delle località turistiche), fantasticando già sulle mete che verranno.

Godersi un mojito, pardon, Vespjto, è una goduria, anche se stanno già arrivando le nebbie e con loro i primi freddi. Ognuna di queste Vespe ha una storia da raccontare: chissà quali strade avrà percorso, che passeggeri avrà accolto sui suoi sedili. Viaggiare con la fantasia rimanendo a Correggio, sotto i portici, al modico prezzo di un Vespjto del Mini bar è pura gioia a buon mercato.

Bella iniziativa, tanta musica, allegria, piacere dello stare assieme. Speriamo ce ne siano altre e che quel malefico virus che ancora si aggira minaccioso non riprenda a circolare in modo invasivo, rinchiudendoci ancora tra le mura domestiche. Prudentemente, noi ci speriamo. Grazie Andrea, grazie Valentina, grazie Irene per la bella serata, e grazie Fabiana per il lavoro nel resto della settimana. Buona vita a tutti.

Condividi:

Leggi anche

Newsletter

Torna in alto