Riparte l’Asioli!

Un’ampia scelta di spettacoli ed abbonamenti sarà la chiave della nuova stagione

Finalmente ci siamo! Sabato 12 novembre, alle ore 20.30, ricomincia la rassegna teatrale dell’Asioli di Correggio con lo spettacolo “Il crogiuolo”. E sarà un inizio in grande stile, perché in questa pièce Filippo Dini, dopo il successo di “Così è (se vi pare)” e “Casa di bambola”, affronta il testo di Arthur Miller che rappresenta una delle più lucide ed impietose critiche della società americana ai tempi del maccartismo, quando furono pericolosamente minati i pilastri portanti della morale collettiva. Se, come disse l’attore e regista teatrale francese Jacques Copeau, “il teatro nasce dove ci sono delle ferite, dove ci sono dei vuoti, perché è lì che qualcuno ha bisogno di stare ad ascoltare qualcosa che qualcun altro ha da raccontargli”, l’adattamento di questa storia saprà regalarci uno specchio in cui si riflettono le tragiche realtà e “i deliri isterici e folli che consumano il nostro vivere quotidiano” (Filippo Dini). Sarà quindi la prima occasione che la stagione 22-23 ci offrirà per “restare umani”, regalandoci momenti di confronto ed allenandoci a guardare lontano…

La stagione proseguirà poi con altri quindici titoli, a cui si aggiungerà la tanto apprezzata e conosciuta rassegna per famiglie. Si tratta di un repertorio molto vario, storie attuali tratte da romanzi o create per la scena. Mercoledì 23 novembre 2022 andrà in scena “Accabadora”, tratto dal romanzo di Michela Murgia e con Anna Della Rosa; venerdì 16 e sabato 17 dicembre 2022 sarà la volta di “L’estinzione della razza umana”, che vede testo e regia Emanuele Aldrovandi.

Il 2023, per quanto riguarda gli spettacoli di prosa, si aprirà martedì 17 e mercoledì 18 gennaio 2023 con la trasposizione fatta da Theodoros Terzopoulos di “Aspettando Godot”, noto testo dell’autore irlandese Samuel Beckett; martedì 24 gennaio 2023 calcherà invece il palco Massimiliano Gallo in “Amanti”, commedia inedita scritta e diretta da Ivan Cotroneo.

Sabato 28 gennaio 2023, Lella Costa e Elia Schilton porteranno in scena “Le nostre anime di notte”, spettacolo tratto dall’omonimo romanzo di Kent Haruf, in cui i due attori vestiranno i panni di Addie e Louis, vedovi ultrasettantenni protagonisti di una delicata storia di intimità, amore e amicizia. Mercoledì 15 febbraio Luigi Lo Cascio, Vincenzo Pirrotta e Giovanni Calcagno, accompagnati dalle musiche originali di Andrea Rocca, ci racconteranno l’epopea di Gilgamesh, il più antico poema a noi conosciuto.

Martedì 21 e mercoledì 22 febbraio 2023 sarà la volta di “Misericordia”, spettacolo scritto e diretto da Emma Dante, mentre mercoledì 1 marzo 2023 tornerà all’Asioli l’attore e regista di fama internazionale Elio Germano, già protagonista nel 2019 dello spettacolo “La mia battaglia”. Quest’anno porterà sul palco “Paradiso XXXIII”, lavoro costruito a quattro mani con Teho Teardo, in cui l’attore romano recita, in un modo tutto suo, i versi del canto finale del Paradiso dantesco.

L’incalzante susseguirsi di titoli e nomi proseguirà poi con “Addio fantasmi” (sabato 4 marzo 2023), spettacolo con Anna Bonaiuto e Valentina Cervi, tratto dal romanzo omonimo di Nadia Terranova; “Cetra… una volta” (giovedì 9 marzo 2023), esplosivo spettacolo comico-musicale ispirato e dedicato al Quartetto Cetra con Stefano Fresi, Toni Fornari ed Emanuela Fresi; “L’attesa” (martedì 21 marzo 2023) con Anna Foglietta e Paola Minaccioni; “La luna e i falò” (giovedì 30 marzo 2023), adattamento di Andrea Bosca e Paolo Briguglia del famosissimo romanzo dello scrittore piemontese Cesare Pavese; “La semplicità ingannata” (giovedì 6 aprile 2023), di e con Marta Cuscunà, liberamente ispirato alle opere letterarie di Arcangela Tarabotti e alla vicenda delle Clarisse di Udine.

Non mancheranno poi due produzioni di “nuovo circo”, che da diversi anni caratterizza la proposta correggese dandole anche un tocco internazionale: NUYE, della Compañía de Circo “eia”, che si esibirà giovedì 5 e venerdì 6 gennaio, e VU(E) della Compagnie Sacékripa, il cui spettacolo è in programma per sabato 25 e domenica 26 febbraio 2023.

Sarà inoltre portata in scena la nuova coreografia “Ballade”, di Mauro Bigonzetti per MM Company, ispirata a Pier Vittorio Tondelli, e Vito e Paolo Cevoli presenteranno i loro più recenti spettacoli.

Abbiamo raggiunto il Direttore del Teatro Asioli, Alessandro Pelli, per una battuta sull’offerta culturale della stagione: «La campagna abbonamenti inizierà il 15 ottobre: abbiamo voluto ampliare l’offerta, permettendo agli spettatori di muoversi nei percorsi di visione che più li attraggono. Chi decide di abbonarsi a posto fisso potrà scegliere tra due programmi, in parte diversi, con dieci titoli. Con la formula carnet di sei titoli la scelta è totalmente libera. In cartellone è presente il teatro di regia con grandi testi messi in scena da affermati registi, come la star greca Theodorus Terzopoulos ed Emma Dante con lo splendido “Misericordia”. Assisterete anche ad adattamenti di testi non nati per il teatro, perché il teatro “succede” sul palcoscenico e non coincide necessariamente con la “letteratura teatrale”: rivivono in palcoscenico testi antichi e contemporanei, dall’epopea di Gilgamesh a Pavese, dalla Divina Commedia a Kent Haruf. Poi nuovi autori-registi, già affermati anche a livello internazionale, come Marta Cuscunà, Emanuele Aldrovandi o Ivan Cotroneo. Fa poi piacere notare come molti notissimi interpreti, già consacrati al successo cinematografico e/o televisivo, non riescano a rinunciare a quel rapporto diretto col pubblico che solo il palcoscenico teatrale può dare.

Sono poi state accolte alcune proposte di collaborazione con altre realtà locali, ma di rilevo ben più che locale, che arricchiscono l’offerta con concerti, spettacoli comici, performances… Crediamo che le premesse di qualità e varietà ci siano tutte».

A questo punto a noi spettatori non resta che allacciare le cinture e prepararci a percorrere questo nuovo viaggio che ci porterà dentro e fuori dalle vite degli altri, avendo cura di non dimenticare mai a casa quella sana curiosità verso il prossimo che ci rende…esseri umani!

Condividi:

Leggi anche

Newsletter

Torna in alto