Memoria, alfabeto d’umanità

Perché l’odio non sia lessico famigliare

Lunedì 27 gennaio, ore 18:00
Teatro Asioli – Correggio

Ingresso gratuito
prenotazione obbligatoria con posto assegnato presso biglietteria Teatro

Intervengono
Don Luigi Ciotti
Fondatore del Gruppo Abele e Presidente di Libera
Gad Lerner
Giornalista, saggista, conduttore televisivo
Saluti di
Ilenia Malavasi
Sindaco di Correggio
Pierluigi Castagnetti
Presidente Fondazione Fossoli

L’odio inonda ormai ogni ambito di espressione delle relazioni umane. La banalità dell’oblio e la comodità dell’indifferenza ne dilatano i varchi. Quell’umanesimo dialogante e accogliente che l’uomo nuovo aveva saputo riconquistare dopo la tragedia della Shoah viene così irriso e calpestato. Tacere non si può, se non vogliamo incappare in un vortice velenoso. Ritrovarsi nella Memoria, viverla e condividerla come impegno collettivo, può ridare voce finalmente alla nostra umanità.

DON LUIGI CIOTTI, con l’obiettivo di “saldare la terra al cielo”, ha fondato nel 1965 a Torino il Gruppo Abele, espressione di un impegno sociale fatto di accoglienza e servizi alle persone nonché di proposta culturale, educativa e politica. Il Gruppo lavora accanto a persone con problemi di dipendenza, donne costrette alla prostituzione, migranti, malati di Aids, famiglie in difficoltà. Convinto che solo il “noi” possa costruire cambiamento e giustizia sociale, nel 1995 ha dato origine a Libera, che oggi coordina l’impegno di oltre 1.600 realtà in Italia e in Europa, attive nel contrasto alla criminalità organizzata, alle mafie e nella promozione di una cultura della legalità e della responsabilità. È cittadino onorario di diverse città, tra cui Correggio.

GAD LERNER, libanese di nascita, vive fin da bambino a Milano, ma ha ottenuto la cittadinanza italiana solo dopo il matrimonio, diversi anni dopo. Ha una lunga carriera giornalistica nel mondo della carta stampata: vicedirettore de “La Stampa”, editorialista del “Corriere della Sera” e di “Repubblica” in periodi diversi e alterni. In TV è stato direttore del TG 1 e del TG LA7 ed ha condotto diversi programmi di approfondimento sociale e culturale tra cui “Pinocchio”, “L’infedele”, “Operai”, “Fischia il vento”, “La difesa della razza” e “L’approdo”. Per l’ANPI sta curando la realizzazione del primo archivio nazionale delle video-testimonianze delle partigiane e dei partigiani viventi. A Correggio ha intervistato di recente Germano Nicolini.

Con il contributo di

Con il patrocinio di

Condividi: