La valigia rossa: benessere sessuale promosso a domicilio

Il Nastro Rosso

Incontro Chiara Catellani a Reggio Emilia in una giornata di sole, che sembra fatta apposta per far risaltare i suoi capelli biondissimi.
Indossa una maglietta rossa, come la famigerata valigia di cui parleremo durante il nostro incontro.

La Valigia Rossa” è infatti un’azienda con operatrici in tutta Italia che ha come mission la promozione del benessere sessuale come diritto universale.
Il lavoro de “La Valigia Rossa” si fonda sulla dichiarazione dei Diritti Sessuali e sul concetto di Salute Sessuale promosso dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.
Chiara, come le sue colleghe, organizza incontri che vertono su diverse tematiche e in cui si vendono oggetti che aiutano a dare una scossa alla propria vita intima.

Da quanto tempo lavori per questa azienda e quali sono i suoi punti di forza?
«Lavoro per “La valigia rossa” da un paio d’anni e sono la referente per la zona di Reggio Emilia e provincia. Svolgo incontri in media due volte a settimana ed il mio è un lavoro a tutti gli effetti, con la L maiuscola, anche perché richiede una formazione seria ed un aggiornamento continuo.
Mi sono avvicinata all’azienda perché interessata alla sua mission: il progetto è nato da una donna e questo mi è sembrato molto bello. Inoltre, anche in passato ho lavorato a domicilio e a contatto con le donne. Si tratta di un mondo completamente al femminile in cui mi trovo molto bene».

Parliamo in generale delle vostre serate: come si svolgono? Che tipo di donna sceglie di rivolgersi a voi?
«Offriamo diversi tipi di esperienze: dopotutto, il mondo della sessualità è assolutamente vario ed ampio!
Esistono incontri di base, in cui mostriamo una vasta gamma di prodotti per esplorare più tematiche possibili. Si parte dall’ambient per poi arrivare alla lingerie, cosmesi, candele profumate, olii per i massaggi… per passare a sottolineare l’importanza del benessere fisico della donna: parliamo del pavimento pelvico, di come allenarlo con le palline della geisha, di ciclo mestruale e della coppetta mestruale (un sostitutivo dell’assorbente, ecologico e riutilizzabile).

E, non meno importante, parliamo di prevenzione presentando il femidom (il preservativo femminile).

Infine, si arriva ai sex toys e ai lubrificanti. In questo modo una donna ha la possibilità di vedere tutto ciò che offre il mercato: mi piace sottolineare che con la conoscenza, si ha libertà di scelta!
Svolgo anche incontri a tema, per coppie, corsi di “coccole e carezze” e serate dedicate agli addii al nubilato.

In genere si rivolgono a noi donne curiose di valorizzare la propria sessualità, in coppia o da sole.

Spesso la padrona di casa e le amiche approfittano dell’occasione per ritrovarsi a cena, perché, si sa, davanti al cibo parlare di sesso e femminilità diventa molto semplice!

Il mio ruolo è quello di cercare di eliminare i condizionamenti dei tabù attraverso corrette informazioni e di rispondere a quelle domande che non si è mai avuto il coraggio di fare attraverso tanta, tanta accoglienza e ascolto! Perché le donne, oggi, hanno bisogno di qualcuno che le ascolti davvero, senza paura di essere giudicate».

Quali sono i sex toys più richiesti?
«Dipende! Se le donne si approcciano per la prima volta al gadget erotico, di solito scelgono oggetti dalle forme fantasiose, ma senza rinunciare alla qualità e ai morbidi materiali.

Altre pensano subito ad inserire il sex toy nella coppia, per stimolare nuovi modi di giocare.
Basta veramente poco per spezzare la routine, a giovamento del dialogo!
Il mio lavoro consiste anche nel rendere il momento dell’acquisto “discreto”: chiedo sempre alla padrona di casa di avere una stanza separata a disposizione.

Dopo la presentazione, lì, le ragazze possono venire una alla volta per acquistare in totale privacy ed eventualmente approfittarne per chiedermi ulteriori chiarimenti su alcuni prodotti, avere consigli o prenotare una serata a casa loro.

La consegna è assolutamente discreta, poiché preparo personalmente i pacchetti rossi in modo che non se ne intuisca il contenuto e poi li consegno alla padrona di casa che ha ospitato l’evento, la quale avrà l’incarico di consegnarli alle amiche.

Il giorno della consegna è sempre atteso con trepidazione ed io mi sento importante come Babbo Natale! L’unica differenza è che consegno giochi agli adulti! Ma quando mi vedono… tornano come bambini! Tengo molto ad avere un feedback: ribadisco a tutte che sono sempre disponibile per consigli o suggerimenti o in caso desiderino serate monotematiche».

 Hai incontrato pregiudizi sulla tua pelle?
«Sono all’ordine del giorno, purtroppo.
Se un uomo sa che una ragazza lavora per “La Valigia rossa”, la etichetta subito come “una facile”. Invece, è semplicemente una mamma, una donna comune, che si occupa di parlare di sessualità alle altre. È fondamentale che ciascuna di noi possa vivere la sessualità come un piacere ed un diritto e non come una colpa!
Le donne d’altro canto si avvicinano con curiosità perché vedono che il progetto offre la possibilità di parlare con grande libertà e sincerità di cose che magari non hanno mai osato chiedere. Io cerco di fare passare questo messaggio con dolcezza e sto ottenendo, a piccoli passi, grandi risultati! Attraverso l’ascolto, l’accoglienza ma soprattutto… mente e cuore

 

Come contattare Chiara Catellani de La Valigia Rossa di Reggio Emilia
reggioemilia@lavaligiarossa.it
3287535223
Facebook: Chiara Lvr Reggio Emilia
Skype: femea1

Condividi:

Leggi anche

Newsletter

Torna in alto