In palla per la ripresa e non solo in palestra

Lorenzo Cavallini: al via la pallavolo Correggio

Pronti alla ripartenza? Ne parliamo con Lorenzo Cavallini, responsabile tecnico della Pallavolo Correggio. «Il messaggio che vogliamo mandare alle nostre atlete, alle loro famiglie e a tutta Correggio è che siamo prontissimi: alcuni nostri gruppi hanno già ripreso le attività, seppur a ranghi ridotti, allenandosi con normale regolarità».

 

Come avete gestito le vostre attività durante la pandemia?

«Già da febbraio 2020 abbiamo posto grande attenzione al rispetto delle regole introdotte dai DPCM e dai protocolli emanati dalla Federazione Italiana Pallavolo, adeguando le modalità e le tempistiche di accesso agli impianti, la frequenza e la durata degli allenamenti, le dinamiche da rispettare durante l’attività sportiva ed infine ponendo grande attenzione sulle pratiche di disinfezione e sanificazione di tutti i locali frequentati dalle nostre atlete.

Abbiamo anche deciso, nella fase più critica della seconda ondata dei contagi, di sospendere tutte le nostre attività da novembre 2020 a febbraio 2021, nonostante avessimo la possibilità di poter continuare, al fine di tutelare al massimo la salute delle nostre atlete e delle loro famiglie, oltre a quella dei nostri tecnici e dirigenti».

 

Quali sono i problemi principali che dovrete affrontare in questa fase di ripresa?

«C’è sicuramente ancora tanta incertezza e questa situazione non agevola il rientro in palestra. Ad oggi abbiamo alcuni gruppi che continuano la loro attività, mentre altri hanno optato di prorogare la sospensione in attesa che la situazione migliori. Ci tengo a sottolineare che la maggior parte delle nostre atlete e delle loro famiglie ha deciso di sospendere l’attività non tanto per la paura del contagio (situazione che peraltro non si è mai verificata al nostro interno), ma per le forti restrizioni previste nella gestione di un eventuale positivo all’interno del gruppo squadra, che di fatto pone in quarantena automaticamente tutto il gruppo, anche a fronte di tamponi negativi.

Risulta perciò ovvio che le famiglie, sopratutto dei più piccoli, preferiscano evitare queste possibili dinamiche che metterebbero a rischio la frequenza scolastica dei bambini, in un periodo già molto complesso e difficile. A mio giudizio, se queste regole non cambieranno sarà molto difficile che lo sport giovanile possa normalizzarsi e riprendere a pieno ritmo».

 

Attualmente come procede la vostra attività?

«Come dicevamo, alcuni gruppi hanno ripreso ad allenarsi, ciò detto la presenza in palestra delle nostre atlete tesserate è ancora ridotta a poco più del 50%, con alcuni timidi segnali di ripresa delle adesioni, segno che c’è più fiducia e voglia di tornare alla normalità da parte di tutti, ragazze e famiglie».

 

Quali sono i vostri programmi per l’estate?

«A breve allestiremo due campi da pallavolo all’aperto, uno per i più piccoli ed uno regolare  nella zona del salone delle feste, dove svolgeremo attività programmata almeno per tutto il mese di giugno, in forma gratuita per le nostre atlete già tesserate e per tutti coloro che vorranno avvicinarsi al nostro sport. Sarà un modo per ritrovarsi e divertirsi insieme, soprattutto per i più piccoli, i più penalizzati nello svolgimento delle attività sportive.

Inoltre, dopo la pausa forzata dello scorso anno causa Covid, riproporremo come ogni anno ai nostri gruppi l’ormai consueto appuntamento estivo del “Cavacamp”: accompagneremo a Cesenatico le atlete della nostra società (e non solo) per una settimana di pallavolo, mare e divertimento».

 

Che cosa vi aspettate dal nuovo anno sportivo?

«Beh, sicuramente un adeguamento dei regolamenti, che ad oggi sono davvero troppo penalizzanti per chi cerca di impegnarsi e praticare questa disciplina e tutti gli sport di contatto in generale. Dal punto di vista sportivo, invece, puntiamo a iscrivere le nostre squadre in tutte le categorie federali (FIPAV) e a schierare una squadra senior di categoria, formata dalle nostre atlete più rappresentative cresciute nel nostro vivaio.

Puntiamo inoltre, come da dieci anni a questa parte, a crescere e a strutturarci sempre meglio, sia al nostro interno sia con collaborazioni con altre società dei comuni limitrofi, il tutto per dare alle nostre ragazze gli strumenti migliori per crescere e migliorarsi».

 

Dieci anni fa Correggio Volley salì agli onori della cronaca sportiva…

«Sì, in effetti proprio dieci anni fa la nostra squadra maschile di serie B1 conquistava la Coppa Italia, coronando un percorso davvero fantastico, che portò la nostra città e il Correggio Volley ai vertici della pallavolo italiana con la promozione in serie A2 nel campionato 2011-2012, con un gruppo di ottimi giocatori guidato dal compianto Gianfranco Astolfi.

Avevamo programmato i festeggiamenti per i nostri 30 anni di attività con numerose iniziative, con il coinvolgimento delle autorità locali, dei nostri ex giocatori e giocatrici e dei nostri importanti sponsor. Al momento tutto è rinviato, ma non appena sarà possibile festeggeremo insieme a tutta la città i nostri 30 anni di storia ed il ritorno ad una tanto attesa normalità».

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Leggi anche

Newsletter

Torna su