Il futuro del tennis è passato da Correggio

Dal torneo nazionale ottime promesse

Domenica 12 marzo presso il Circolo Tennis Correggio si sono svolte le finali del Torneo Nazionale della FITP Under 16/18 Super NextGen. Italia, macro area nord-est maschile e femminile.

Al torneo hanno partecipato centonovantasette atleti, che si sono affrontati nella settimana che andava dal 4 al 12 marzo. Gli atleti erano suddivisi in settantatre femmine, che hanno svolto tutti gli incontri fino alle semifinali al C.T. San Martino In Rio, e centoventiquattro maschi, che hanno sempre giocato al C.T. Correggio.

Sono risultati vincitori fra i maschi Tommaso Stimamiglio del C.T. Vicenza, che ha battuto Gabriele Chiletti dello Sporting Club Sassuolo. Fra le ragazze la vincitrice è stata Anita Picchi del T.C. Ippodromo Cesena, che ha sconfitto in finale Lavinia Guerresco dell’Amateur C.T. Brunico (BZ).

Ulteriore successo organizzativo del Circolo Tennis Correggio che, in collaborazione con il Circolo Tennis di San Martino in Rio, ha avuto l’onore e l’onere di ospitare questa importante manifestazione. I due circoli hanno dato prova di efficienza e di ottima organizzazione: l’accoglienza degli atleti in strutture della zona è risultata anche un volano interessante per le attività ricettive del territorio.

Le semifinali e le finali si sono svolte tutte sui campi coperti del C.T Correggio, sotto gli occhi attenti del direttore Marco Benassi. Peccato che le coperture invernali, ancora necessarie nonostante la primavera anticipata, riducano al minimo gli spazi accessibili al pubblico. Gli spettatori sono stati così pochi intimi: solo alcuni fortunati hanno potuto ammirare in anteprima i campioni del prossimo futuro; per allargare la platea degli spettatori un maxi schermo non guasterebbe, se economicamente sostenibile.

I due circoli saranno ancora insieme nell’organizzare il prossimo Junior NextGen. 2023 ad ottobre. Arrivederci e complimenti a tutti i partecipanti e agli organizzatori: in bocca al lupo per i prossimi appuntamenti, sia agonistici che organizzativi.

Condividi:

Leggi anche

Newsletter

Torna in alto