Il Correggio ritrovato

La mostra nel quinto centenario della Camera di San Paolo in Parma

Dal 22 Settembre, sulla facciata di Palazzo dei Principi, il volto soave della Santa Agata del Correggio ci invita a visitare la mostra nella Sala del Mantegna, che rimarrà aperta fino al 17 Marzo.
Da domenica 14 Ottobre fino al 9 dicembre, nello stesso Palazzo, è aperta anche la mostra “Camera di San Paolo – Art & Experience”.
Questa attenzione per Antonio Allegri, il nostro concittadino più illustre, coincide con le celebrazioni del quinto centenario degli affreschi della Camera di San Paolo in Parma.
Abbiamo incontrato, per una cordiale ed interessante chiacchierata, il presidente dell’Associazione “Amici del Correggio”, Oscar Riccò, al quale abbiamo posto alcune domande .
Quand’è nata la vostra Associazione e quali i suoi obiettivi principali?
«Ci siamo trovati come gruppo di appassionati dell’Allegri nel 2011, con l’intento di essere di supporto alla Fondazione IL CORREGGIO, che necessita di braccia operative, che lavorino in sinergia con lei, per valorizzare l’immagine del nostro caro concittadino, ma anche richiamare l’attenzione sui Beni Culturali della nostra città, così come è accaduto un paio di anni fa per il Monumento ai Caduti di Leonardo Bistolfi, per le celebrazioni del centenario della Grande Guerra. Abbiamo uno statuto e siamo associati alla FIDAM, Fed. Italiana Amici dei Musei.»
Quali sono gli eventi promossi dalla vostra Associazione?
«Curiamo il restauro dell’immagine di Santa Lucia nella chiesa di San Francesco, il più antico dipinto su muro della nostra città. Abbiamo acquisito, in deposito al Museo, l’unica copia storica della “Madonna di San Francesco”; ricordo poi la creazione della “Giornata d’onore per Correggio” in collaborazione con ADSI (Associazione Dimore Storiche Italiane), con la valorizzazione della Casa del Correggio, le visite, le conferenze.
Abbiamo aperto un ponte culturale con Andreas Henning della Gemäldegalerie di Dresda, riguardante le importantissime opere del Correggio ivi esposte.
C’è stata la collaborazione fattiva per la mostra “Correggio e Parmigianino” alle Scuderie del Quirinale, con dotta conferenza del nostro Prof. Giuseppe Adani.
Ricordo poi anche la mostra in San Sebastiano dedicata alle opere di Carmela Adani nel 50° della morte della nostra insigne artista; la realizzazione del volume “La Madonna di San Francesco”, come primo titolo di una collana dedicata ai Quinti Centenari Allegriani, e ora il volume di Renza Bolognesi “La Camera di San Paolo – Svelamenti inediti”.

Cosa puoi dirci del Correggio ritrovato?
«Si tratta del ritrovamento e dell’acquisizione di una stupenda tavola, la Santa Agata, con l’intenzione che tale capolavoro possa rimanere presso il nostro Museo. Il volto, pieno di grazia e di soavità, è simile al raggiunto ideale femminile di Antonio Allegri, probabilmente il ritratto della giovane moglie Jeronima, come è possibile vederlo nelle teste dello “Sposalizio mistico” del Louvre o la “Madonna adorante” degli Uffizi o ancora nelle giovani ninfe degli Amori di Giove.
La tavola è stata magnificamente restaurata dalla “Pinin Brambilla” di Milano, sono state eseguite tutte le prove scientifiche da parte dei Restauratori Vaticani e del Mida di Roma, che la assegnano, senza alcun dubbio, al Correggio» .

Ringrazio Oscar per la disponibilità. Ora si cercherà di recuperare la somma occorsa per l’acquisizione, in collaborazione con La Fondazione, l’Amministrazione Comunale, gli amici del Lions Club, la cittadinanza. È un impegno civico al quale non ci sottrarremo!

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Leggi anche

Newsletter

Torna su