Il consultorio di correggio testato per voi

Prevenzione, cura e informazione: servizi di alto valore

La pandemia ha trascinato con se nella crisi altri comparti del Sistema Sanitario Nazionale: un esempio lampante è quello dedicato agli screening, con conseguenze preoccupanti che saranno da gestire nei prossimi anni, come la riattivazione della campagna di sensibilizzazione e non differibilità della prevenzione, oltre che gli enormi costi di un buco nero di screening durato più di un anno. Ciò nonostante, ci sono realtà come ll Consultorio di Correggio, guidato dal Dott. Lorenzo Aguzzoli, che si è organizzato per fornire gli stessi servizi pre-pandemia, adattandoli ad un formato più compatibile con la situazione contingente.

Il Consultorio Familiare offre cure primarie nell’area della salute sessuale, riproduttiva e psico-relazionale per la donna, per la coppia e per i giovani. Ha trovato sede nel Padiglione Cottafavi, presso l’ospedale di Correggio, ed è un vanto presente sul nostro territorio da oltre 30 anni: i pazienti sono seguiti da un’equipe di ostetriche, medici e psicologi che offrono percorsi preventivi e diagnostico-terapeutici, integrati con le strutture presenti sul territorio.

«Le persone si rivolgono a noi perché sono in gravidanza o per interromperla, per informarsi sui sistemi di contraccezione e conoscere le diverse soluzioni attraverso lo “Spazio Giovani”, per uno screening di diagnosi del tumore al collo dell’utero, per avere risposte scientifiche sulla sfera della sessualità, perché sono appena arrivate in Italia e non sanno a chi rivolgersi, perché hanno paura di affrontare certi temi da sole», ci spiega Aguzzoli.

Per la mia seconda gravidanza ho deciso di affidarmi al Consultorio e vi racconto com’è andata: con una telefonata ho prenotato il primo appuntamento. Ho trovato un’ostetrica preparata ed accogliente che mi ha intervistato nel dettaglio sulla mia storia clinica, tanto da farmi quasi rimpiangere di non essermi “preparata” abbastanza. Nell’appuntamento successivo, dopo soli 10 giorni, ho aperto la cartella, un’operazione certosina per creare quella che sarà per tutta la gravidanza la “mia coperta di Linus”, una Bibbia sanitaria da portare con me quasi ovunque. Seguono gli esami del sangue ed un appuntamento tempestivo per l’ecografia con la ginecologa del Consultorio, una professionista pacata e scrupolosa che mi ha congedata con un saluto catartico: “non ti stancare troppo”. Tra un appuntamento e l’altro ho pure contratto il Covid-19 e ho temuto di dovere interrompere gli esami programmati. Invece no. Il Consultorio, che fa parte di un’efficiente rete regionale, ha attivato insieme all’ospedale Santa Maria di Reggio un percorso dedicato alle donne in gravidanza che hanno contratto il virus. A questo importante esame è seguita la visita morfologica nell’ospedale reggiano e, tra pochi giorni, seguirà un altro controllo.

Un servizio competente ed efficiente, a costo zero e a disposizione di tutti. Ma il Consultorio non è un punto di riferimento solo per la gravidanza. Il suo scopo è ampio, il suo obiettivo è nobile e si chiamaprevenzione”: spazia dagli screening contro le patologie gravi, come forme tumorali al collo dell’utero, ad una prevenzione fatta attraverso l’ascolto, la formazione e l’informazione. Esse giocano un ruolo chiave, non solo a favore della Comunità ma per la sostenibilità economica del sistema sanitario, in un periodo storico caratterizzato da aumento dei costi a fronte di risorse limitate. Prevenire insomma non è una pratica cost-saving solo per gli individui ma per il sistema sanitario stesso.

Una delle ostetriche mi conferma l’alto valore che la prevenzione ha presso il Consultorio, raccontandomi cos’è stato fatto per non perdere il dialogo con i giovani cittadini che già prima della pandemia vi si recavano. Dopo un’iniziale chiusura a marzo 2020, il servizio di ascolto è stato riattivato già da giugno, su appuntamento (prima della pandemia l’accesso era diretto). Gli appuntamenti sono assegnati in modo da evitare sovrapposizioni dei pazienti, ma sono garantiti come il percorso dedicato alla gravidanza e gli screening. Una Comunità informata è una garanzia per il futuro:dotare i cittadini di strumenti chiari ed accessibili è una sfida che il Consultorio sta già sostenendo da anni. Un applauso a loro e una buona informazione a tutti!

Condividi:

Leggi anche

Newsletter

Torna su