Il ’68 secondo Bodei

Lunedì 12 Marzo abbiamo incontrato Remo Bodei a Palazzo dei Principi

Sala convegni del Palazzo dei Principi affollatissima per ascoltare uno dei più importanti filosofi viventi: Remo Bodei, invitato dalla nostra Associazione a parlare di “Utopia e Autorità a 50 anni dal ’68”.

Una vera e propria lectio magistralis la sua, che si è sviluppata intorno all’etimologia di Utopia (non-luogo) e di Autoritas (da augere, aumentare: potere che cresce su se stesso). Attraverso un dottissimo percorso storico e filosofico, Bodei è arrivato alla conclusione che il ’68 non fu rivoluzione, ma ribellione e la sua caratteristica peculiare il manifestarsi contemporaneamente in varie parti del mondo “la prima forma di globalizzazione ribellista della storia”.
La sua eredità, nel bene e nel male, è stata la messa in discussione dell’Autoritas.

Da quel periodo sono nati gli impulsi che hanno portato a tante conquiste nel campo dei diritti umani e della qualità della vita, ma anche al non riconoscimento dell’autorità nella sua eccezione positiva di qualità e guida.

La serata si è aperta con una presentazione di Mauro Degola del Direttivo della nostra Associazione e ha visto anche l’intervento del sindaco di Correggio Ilenia Malavasi. Il Comune ha dato il proprio patrocinio all’iniziativa, organizzata con il contributo di Coopservice e CarServer.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Leggi anche

Newsletter

Torna su