Election day, le sentenze del giorno dopo

La bassa affluenza e i mutamenti del panorama politico

Le elezioni amministrative del 14 e 15 maggio si sono concluse con l’elezione a sindaco di Fabio Testi, candidato per la coalizione di centrosinistra, che ha ottenuto il 59,50% dei consensi. Alla luce dei risultati, è possibile fare diverse considerazioni. In primo luogo, l’elemento più evidente è sicuramente quello della scarsa affluenza: i votanti sono stati il 59% degli aventi diritto. Si tratta di un dato in forte calo rispetto alle elezioni precedenti: basti pensare che, dal 1995 a oggi, l’affluenza più bassa raggiunta al primo turno delle amministrative correggesi era stata del 72% e apparteneva alle scorse elezioni del 2019. Effettivamente, osservando l’evoluzione dei dati nel tempo, emerge un progressivo calo, in cui però il 59% appena registrato rappresenta una brusca accelerazione al ribasso.

Un disamoramento per il voto che si riscontra anche nel quadro nazionale, come testimoniato dalle ultime tornate elettorali. Bisogna però ricordare che ci sono casi in cui il voto amministrativo è abbinato ad altre consultazioni come le europee o le politiche. Nel caso in cui ci siano più appuntamenti elettorali “abbinati”, l’affluenza tende a salire. Le elezioni appena tenutesi erano invece isolate, non avvenivano in un contesto di un voto più ampio; questo non può bastare a spiegare la bassa affluenza, ma bisogna tenerne conto per metterla nel giusto contesto.

La scarsa presenza ai seggi ha quindi avuto conseguenze su tutti i partiti ed i candidati alle amministrative del 2023. Tuttavia, ad essere meno colpita dal calo dei votanti è stata la coalizione di centrodestra, che ha ricevuto un numero di voti quasi uguale a quello delle precedenti amministrative del 2019. A fronte di un calo di oltre duemila correggesi votanti tra le elezioni del 2019 e quelle del 2023, il candidato del centrodestra ha avuto un calo di soli trentatré voti. Se, da un lato, questo dimostra una certa stabilità dei consensi, dall’altro evidenzia una difficoltà dei conservatori nell’allargare la base dei votanti; elemento in controtendenza rispetto a quanto accade a livello nazionale. Un netto calo è invece quello del Movimento 5 Stelle: al primo turno delle amministrative del 2014 aveva ricevuto quasi il 13% dei voti, nel 2019 era sopra l’11%, mentre quest’anno è sceso al 4%.

Passando al centrosinistra, si può dire che il risultato sia notevole: Fabio Testi ha ricevuto quasi il 60% dei voti, una percentuale in linea coi risultati delle amministrative del 2019. In valore assoluto i votanti sono diminuiti, a causa della scarsa affluenza, ma la composizione della coalizione si è rivelata vincente; tre delle quattro liste a sostegno di Testi hanno ottenuto un posto in consiglio comunale. La campagna elettorale è stata decisamente ricca: dal 3 aprile al 12 maggio, Testi ha partecipato a quasi cinquanta iniziative, di cui circa quaranta organizzate dalle liste che lo sostenevano. In questo contesto si è stabilito anche un nuovo “record”, ossia quello delle preferenze ottenute da Fausto Nicolini, candidato nella lista del Partito Democratico; sono state 449. Si tratta di un traguardo impressionante, mai raggiunto prima da un singolo candidato consigliere che, da solo, ha superato i suffragi di tre delle liste presenti a queste elezioni amministrative. Un altro aspetto degno di nota per la coalizione è il successo dei giovani: il 30% dei candidati tra le varie liste era sotto i trent’anni e questo è stato evidentemente premiato. Nello specifico la lista Noi Giovani, a supporto di Testi, ha raccolto da sola 609 preferenze, meritandosi un posto in consiglio comunale. Un riscontro importante e per niente scontato, poiché molti dei candidati in lista erano alla prima esperienza politica.

Ottimo risultato anche per la lista civica di Roberto Cesi che, nonostante i tempi molto ristretti di presentazione delle candidature, è riuscito a conquistare un posto in Consiglio Comunale.

 

Elezioni comunali del 14- 15 maggio 2023 – CORREGGIO

Elettori 19.673
Votanti 11.696 (59,45%)

Gli eletti in Consiglio Comunale


Fabio Testi Sindaco

Per il Partito Democratico:
Fausto Nicolini, Maria Chiara Oleari, Martina Catellani, Marco Chiessi, Samuele Goccini, Erik Sassi, Erica Tacchini, Dania Nizzoli

Per Uniti per Correggio:
Stefano Giovannini

Per Noi Giovani:
Giulia Ferrari

Per Lega Salvini premier – Fratelli d’italia – Forza Italia – Correggio al Centro:
Simone Mora, Gianluca Nicolini, Patrizia Amadei, Pier Vincenzo Mariani

Per Movimento 5 Stelle, Rifondazione Comunista, Ambiente Benessere Comunità:
Giancarlo Setti

Per Rinascimento Correggio:
Roberto Cesi

Condividi:

Leggi anche

Newsletter

Torna in alto