Croce Rossa e Protezione Civile: novità in casa, per servirci

Gabriele Moroni e Patrizia Baccarini, volti noti, eletti presidenti

Due delle associazioni più attive sul nostro territorio hanno eletto recentemente i nuovi presidenti. Lo scorso 15 aprile l’Associazione di Protezione Civile “Icaro” ha scelto per la prima volta una donna:
Patrizia Baccarini, cinquantatre anni, socia fondatrice dell’Associazione. Il Comitato Croce Rossa di Correggio il 24 maggio ha voluto come presidente un giovane di trentacinquenne anni, Gabriele Moroni, che ha iniziato a prestare servizio come volontario nel 2005, quando era quasi un bambino. Primo Piano ha incontrato i due nuovi presidenti, per ricordare le loro esperienze e conoscere i loro programmi.

 

Parlare con Patrizia Baccarini significa avere a disposizione l’archivio storico di Icaro. È stata tra i soci fondatori dell’associazione trentuno anni fa; da allora, dedica al volontariato buona parte della sua vita. Inizialmente ha seguito gli aspetti amministrativi, poi ha svolto altri incarichi. Il suo contributo non è mai mancato nei momenti critici in cui la protezione civile si muove attivamente sul campo, nel nostro territorio e fuori provincia. Baccarini ricorda alcuni degli eventi che hanno messo alla prova l’organizzazione di Icaro: la rottura degli argini del Po a Guastalla e a Gualtieri nel 1994; il terremoto del 1996 a Correggio e nei comuni limitrofi; il terremoto ad Assisi nel 1997; la piena del Po del 2000 e le altre emergenze fino a oggi.

Fu con il terremoto del 1996 che i correggesi cominciarono ad apprezzare l’attività di Icaro. Prima, l’associazione faceva ancora fatica a veder riconosciuto il proprio impegno da parte dei cittadini, un riconoscimento che Baccarini ritiene importante. Come spiega: «La protezione civile è un servizio indispensabile che i comuni devono garantire alla cittadinanza. Vedere all’opera tanti volontari impegnati in questo settore mi ha sempre rassicurato sullo spirito di solidarietà che spinge le persone ad aiutare le popolazioni in difficoltà. Per questo motivo, mi sento onorata di rappresentare un’Associazione che ho visto nascere e crescere nel tempo, con l’impegno di tutti i soci e di tutti i presidenti che mi hanno preceduto: Paolo Lugli, Ugo Artioli e Matteo Sabbatini». Tra gli impegni programmatici di Patrizia Baccarini c’è l’utilizzo delle diverse competenze dei volontari per far crescere la formazione di ciascuno, poi la valorizzazione dei rapporti interpersonali e la possibilità per tutti di avere le stesse opportunità di crescita.

 

Incontriamo Gabriele Moroni nella sede della Croce Rossa in Viale Vittorio Veneto poco dopo le 18. Torna dal suo lavoro in Argo Tractors, dove si occupa di soluzioni Information Technology. Laureato in ingegneria, ha cominciato il volontariato in Cri a sedici anni: il suo è uno dei volti più conosciuti del Comitato correggese. Per molti non è stata una sorpresa vederlo eletto e succedere al mandato di Marco Gemmi. Negli anni, Moroni si è interessato a vari aspetti organizzativi dell’Associazione, sia a livello di Comitato che Provinciale; ma con l’impegno di continuare a svolgere turni per rimanere legato all’attività quotidiana.

Non è un caso che uno dei punti forti del suo programma di mandato sia l’attenzione alle esigenze del volontario: «Uno studio nazionale dice che il ciclo di attività media di un nostro volontario dura circa due anni e mezzo. Dobbiamo trovare il modo di capire quali sono le necessità dei volontari per far durare il percorso il più a lungo possibile». Anche la formazione sarà al centro del suo impegno nei prossimi quattro anni: «Per il nostro tipo di attività la formazione dev’essere altamente qualificata, per questo è anche molto impegnativa. Sarebbe importante riuscire a renderla meno onerosa, pur mantenendo i livelli qualitativi necessari». Per il nuovo presidente e per tutto il nuovo Comitato Direttivo è fondamentale rafforzare e arricchire il rapporto con la comunità correggese. Una strada da percorrere è il “volontariato d’impresa”, ossia che le aziende siano disponibili per dare ai lavoratori la possibilità di fare volontariato durante l’orario di lavoro. Nel futuro del Comitato correggese della Cri c’è anche una nuova sede. La Giunta comunale sta lavorando all’idea di utilizzare l’ex sede di En.Cor. Il nuovo Comitato Direttivo guidato da Gabriele Moroni dovrà valutare le proposte e decidere, tenendo in considerazione che l’attuale sede ormai non risponde più alle esigenze del servizio e ai requisiti normativi. C’è già un obiettivo temporale da parte dell’Amministrazione: consegna dell’immobile entro il 2028.

 

Comitato Croce Rossa Correggio
  • Costituzione:
    16 maggio 1962 (allora Sottocomitato).
  • Ambito territoriale:
    Comuni di Correggio, Rio Saliceto e San Martino in Rio.
  • Soci al 31 dicembre 2023:
    441 (214 femmine, 227 maschi).
  • Consiglio Direttivo eletto il 19 maggio 2024:
    Gabriele Moroni (Presidente); Giuseppe Pignatti (Vicepresidente); Marilena Ferretti (Consigliere); Salvatore Cirruto (Consigliere); Giacomo Gualdi (Consigliere Rappresentante dei Giovani, eletto con votazione separata e riservata ai soli Soci Under 32).
Associazione di Protezione Civile “Icaro”
  • Costituzione:
    12 novembre 1993.
  • Ambito territoriale:
    Unione Comuni Pianura Reggiana.
  • Soci al 31 dicembre 2023:
    62 (11 femmine, 51 maschi).
  • Consiglio Direttivo eletto il 15 aprile 2024:
    Patrizia Baccarini (Presidente); Francesco Valla (Vicepresidente); Matteo Bonini (Consigliere); Sandra Strani (Consigliere); Giancarlo Vezzani (Consigliere); Alessandro Lazzaretti (Consigliere); Ivan Bonaretti (Consigliere).

Condividi:

Leggi anche

Newsletter

Torna in alto