Changes, per un’arte sostenibile. Forlì, Fondazione Dino Zoli, fino al 24 marzo

La Fondazione Dino Zoli ha inaugurato un nuovo progetto dal titolo “CHANGES. Il cambiamento come urgenza della sostenibilità”. Intende approfondire questo importante tema attraverso una mostra d’arte collettiva e diversi talk aperti al pubblico, secondo un approccio non solo estetico, ma anche etico, con riferimenti al mondo della ricerca, della tecnologia, della filosofia e della sociologia.  L’esposizione “Utopiche seduzioni. Dai nuovi materiali alla Recycled Art. Da Piero Manzoni alle ultime generazioni”, curata da Nadia Stefanel e Matteo Galbiati, sarà caratterizzata da prestiti importanti: una selezione di opere di Piero Manzoni, con i suoi Achrome, provenienti dalla Fondazione Piero Manzoni di Milano, di Piero Gilardi con i suoi Tappeti – Natura e gli scatti del fotografo Enrico Cattaneo, da opere di Enrico Baj e Renata Boero provenienti dalla collezione permanente della Fondazione Dino Zoli. Si articolerà inoltre attraverso le ricerche di artisti che sono ricorsi a materiali ecosostenibili, naturali, riutilizzati e riutilizzabili, affrontando il tema del riuso, del riciclo, dell’eco-sostenibilità, del rispetto dell’ambiente e della fragilità dei suoi equilibri. Il visitatore incontrerà opere realizzate con diversi media, dalla scultura (Afran, Valerio Anceschi, Alessio Barchitta, Andrea Cereda, Cesare Galluzzo, Margherita Levo Rosenberg, Lulù Nuti, Valentina Palazzari, Anuska Sarkar), a opere bidimensionali incentrate sul valore sensibile delle superfici (Lucia Bonomo, Michele di Pirro, Marina Gasparini, Miriam Montani, Artan Shalsi), dalla fotografia (Roberto Ghezzi, Thierry Konarzewski), a interventi site specific e installazioni (Francesca Pasquali, Giulia Nelli, Sasha Vinci). La mostra collettiva prende in esame la ricerca artistica contemporanea: condurrà il visitatore attraverso cinquant’anni di riflessioni, animate da diverse sensibilità e principi estetici, legati ai differenti momenti storici in cui le opere hanno visto la luce in relazione ai materiali di utilizzo, considerati inizialmente grandi novità ed oggi legati indissolubilmente al tema del riciclo e della sostenibilità.

Condividi:

Rubriche

Torna in alto