Articoli

Donne in campo

Torniamo indietro nel tempo di oltre due anni: Pietro Murgia, storico responsabile della CIA (Confederazione Italiana Agricoltori) di Correggio lancia l’idea “Donne in Campo”, sezione di Correggio. Il progetto è

Leggi l'articolo

Il dopo di noi si è fatto casa

Si è svolta sabato 14 maggio, in una bellissima giornata di sole alla presenza di un folto pubblico, l’inaugurazione di Casa Claudia. Un momento di grande festa che arriva al

Leggi l'articolo

Quattro passi nel cyber rischio

La cronaca di questi mesi sta portando all’attenzione del pubblico il tema della sicurezza informatica. Con queste poche righe proviamo a fare un po’ di chiarezza, con un focus non

Leggi l'articolo

Si fa presto a dire una rotonda

Nell’intervista dal titolo “La Correggio che verrà” apparsa sul numero di Primo Piano dello scorso ottobre, la nostra sindaca Ilenia Malavasi, tra le tante cose interessanti, sul tema della viabilità

Leggi l'articolo

Augusto il Nomade con radici

Sono passati ormai trent’anni dalla scomparsa di Augusto Daolio, cantante dei Nomadi, pittore e poeta. Sarà che proprio lui amava definirsi “nomade con radici”, ma la sua impronta è rimasta

Leggi l'articolo

Le grand Vittoriò

Forse non tanti, a Correggio, sanno che un grande regista cinematografico e televisivo del Novecento ha avuto i natali nella nostra fertile terra di artisti. La critica francese lo chiamava

Leggi l'articolo

Insieme per il 25 Aprile

Un colpo d’occhio splendido, un popolo gioioso che torna a riempire le piazze ed il Parco Urbano festeggiando la Liberazione. Dopo due anni di restrizioni, i correggesi (e non solo)

Leggi l'articolo

Tutto lievita, caro il mio pane

Anche il settore agroalimentare non esce indenne dall’attuale contingenza di inflazione, apparentemente fuori controllo e talvolta ingiustificata. Il conflitto in Ucraina ha contribuito ad aggravare la situazione soprattutto sul fronte

Leggi l'articolo

Il terzo segreto di Vilde

«Qual è la ricetta per arrivare così bene al traguardo dei cent’anni, cara signora Vilde?» le chiedo, sorpreso dal suo viso fresco, vispo. «Lavoro e bontà» dicono i suoi due

Leggi l'articolo
Torna in alto