Ottobre 2016

Copertina Primo Piano ottobre 2016

Catch’em all

L’avete riconosciuto in copertina?
È Pikachu che sbuca nelle nostre campagne durante la vendemmia.
Probabilmente se siete nati prima degli anni ‘90, non avete mai usato una sfera Pokè per catturare un Bulbasaur, uno Squirtle o un Charmander.
Ma non preoccupatevi: potreste recuperare facilmente scaricando l’app Pokemon Go e iniziando a cacciare i famosi mostriciattoli al grido “gotta catch’em all!” (“acchiappateli tutti!” – il motto ufficiale del gioco) su tutto il territorio comunale (che si dice essere molto popolato di queste creature fantastiche, pronte a combattere battaglie di abilità ed allenarsi nelle numerosa palestre dislocate qua e là).

Mariachiara Levorato

Sommario

Società
– Terremoto dell’Italia centrale: Correggio c’è
– I giorni della gioventù: oltre la paura verso la speranza
– L’invasione dei Pokemon a Correggio
– FestAmandrio: un nome, una garanzia
– Momenti di vendemmia
Economia e impresa
– Ambiente e agricoltura, quando l’industria ci crede
Storie correggesi
– Fausto, l’ultimo dei Rabitein
Economia e finanza
– I risparmi sotto il materasso
Ritorno dall’Inferno
– Sessualmente trasmissibile
Correggio
– Con il food, Corso Mazzini si fa street
– Apre la farmacia “San Pietro”
– Da ventidue anni le mani in pasta
Cinema
– Tappeto rosso nella laguna selvaggia
Sport
– L’anno della Correggese
– Una due giorni a tutto sport
Rubriche
virgolette: Catch’em all
un film a colazione: Jeeg robot, verace risposta italiana all’overdose di supereroi
raccontami: Mangia prega ama; Il mistero nel legno
notizie in breve, Correggio in briciole
una poltrona in terza fila: Chiacchiere con gli attori nella stagione teatrale 2016-2017
appuntamenti a Correggio: In ottobre: cinema, incontri, spettacoli
interviste improbabili a Correggio: Il ragioniere mannaro
l’angolo del relax
una regione al mese, ecco il Belpaese: Zuppa valdostana alla Valpelleunentze
il nastro rosso: L’appello alla fertilità e la pillola del sarcasmo
in punta di pennino

IL MEGLIO DEL MESE

Istanbul, Dacca, Baghdad, Dallas, Nizza, Monaco. Le prime settimane del mese di luglio sono state un’escalation di violenza e follia

Luca, addetto al montaggio del campo base di Montegallo. Federico, responsabile della cucina da campo di Uscerno. La tragica mattina

A Fabbrico due ragazzi che si aggiravano con fare sospetto intorno alla banca locale sono stati fermati dai carabinieri, allertati