A San Martino ecco un menù argentino!

L’Home Restaurant Cà Marcos ci apre le sue porte

Negli ultimi anni, in tutto il mondo, è esplosa la passione per la cucina. Grazie alle serie tv e alle trasmissioni culinarie, esistono sempre più appassionati del tema. Il mangiare, più che un’azione mirata a soddisfare un bisogno primario, è diventata una vera e propria esperienza da vivere a trecentosessanta gradi.

Durante il weekend si fatica a prenotare, i locali sono spesso pieni. Rispetto al passato il mangiare fuori casa è diventato rito: pensiamo ad esempio al momento dell’aperitivo, una tradizione che fino a pochi anni fa non era così diffusa.

Le persone sono sempre più curiose di provare nuove pietanze, conoscere sapori provenienti da cucine di paesi lontani. Ne sono state un esempio le file chilometriche all’Expo di Milano. Ore e ore di attesa per assaggiare carne di zebra o minuscoli insetti. Non serve tuttavia andare nelle grandi città per provare cibi non tradizionali: ne abbiamo una conferma a San Martino in Rio, a due passi  da Correggio.

Abbiamo incontrato Marcelo e Virginia, marito e moglie argentini, che nelle campagne di San Martino in Rio (Via Rubiera 56, incrocio con Via Rocca) gestiscono il loro “Home Restaurant Marcos”. Ci hanno aperto la loro porta di casa e ci hanno dato l’opportunità di viverla, non tanto come ospiti quanto come componenti della famiglia.

 Cos’è un home restaurant? Perché lo avete chiamato così?
«L’home restaurant è la possibilità offerta, a chiunque ami stare ai fornelli, di trasformare la propria casa e la propria cucina in un piccolo ristorante occasionalmente aperto ad amici, conoscenti e perfetti sconosciuti. Gli ospiti hanno la possibilità di vivere un’esperienza diversa, a nostro parere più appagante, esclusiva ma al tempo stesso molto informale rispetto a quella offerta da un ristorante classico. In Italia, ad oggi, si contano ben quattordicimila home restaurant e Ca’ Marcos è uno tra questi. Il nostro si chiama così in memoria di nostro figlio Marcos, che nel 2012 è salito in cielo».

 Dall’Argentina a San Martino in Rio: perché?
«In un momento di grande difficoltà economica e sociale dell’Argentina, da Buenos Aires siamo arrivati a Rubiera cercando un futuro più stabile per i nostri figli Guido, Franco e Marcos. Nel 2013 abbiamo deciso di realizzare uno dei desideri di Marcos, comprando questa casa a San Martino in Rio, circondata dal verde della campagna emiliana. La prima cosa che abbiamo fatto è stata intitolarla a lui».

Cosa vi manca maggiormente dell’Argentina e cos’amate dell’Italia? Avete trovato similitudini in cucina tra questi due mondi?
«Dell’Argentina ci mancano i nostri amici, che hanno condiviso con noi quasi metà della nostra vita e tante esperienze meravigliose. Dell’Italia, e in particolare dell’Emilia, amiamo la gente e l’accoglienza ricevuta, che ci ha permesso di progettare la seconda parte della nostra vita. E, ovviamente, il cibo emiliano, in particolare i tortelli verdi e di zucca. Non abbiamo trovato molte similitudini tra i due modi di cucinare, ma pensiamo sia proprio questo il valore aggiunto che possiamo offrire con il nostro home restaurant: proporre una cucina alternativa e autentica come quella argentina».

Il valore del cibo e della tavola: cosa significa per voi? Chi sono i vostri clienti tipo?
«Il cibo e la tavola sono sempre stati al centro della nostra vita. A tavola ci si ritrova sì per condividere un pasto, ma anche per condividere e raccontare sé stessi con altre persone. Ci riteniamo molto fortunati, perché il nostro home restaurant ci permette di incontrare tante persone e di imparare da realtà diverse dalla nostra. È un “dare e avere” continuo, che ci appaga.
All’inizio erano più che altro amici, dopodiché il passaparola ci ha permesso di allargare la nostra cerchia di clienti: ad oggi ospitiamo molte famiglie, gruppi di giovani, coppie e anche colleghi per cene aziendali e cene di squadra. Tutti alla ricerca di un’esperienza culinaria diversa e originale».

 È un sogno che avevate da sempre o è nato un po’ per caso?
«Sinceramente quest’attività non era un sogno che avevamo nel cassetto. È nato tutto un po’ per caso, poco dopo il COVID. Siamo rimasti senza lavoro: abbiamo dovuto reinventarci e rimetterci in gioco a cinquantotto anni. Non è stato per niente facile, ma ora possiamo dire che ne è valsa la pena. Lo rifaremmo».

Cosa vorreste dire a chi vi conosce per la prima volta?
«Venite a trovarci! Vi trasporteremo per qualche ora in Argentina senza dover prendere l’aereo.
Vi faremo  assaggiare una vera grigliata argentina, con carni di prima qualità ed ingredienti a chilometro zero provenienti dalle campagne che circondano la nostra casa.
Il tutto accompagnato da un buon bicchiere di Malbec Argentino e la nostra compagnia. Avremo modo di conoscerci, raccontandoci l’uno con l’altro. Vi aspettiamo a Casa!

Virginia e Marcelo

 

Menù

Antipasti
Assaggi di salse chimichurri e criolla (tipiche argentine)
Empanadas (piccolo fagottino ripieno) di porro e provola, carne e verdure, tonno e cipolla, mais con cipolla e formaggio
Piccolo panino ai cereali con salsiccia e salse

Prima portata
Parrillada mixta (grigliata mista di carne), composta da salsicce, costine di maiale in salsa barbecue, asado (costata di manzo)

Seconda portata
Ojo de biffe anchos (controfiletto di Angus argentino)

Contorni
Patate bravas al forno
Zucca al forno
Tortillas di patate e cipolla, di spinaci e cipolla (tipiche della tradizione famigliare di Virginia)
Verdure grigliate (cotte rigorosamente alla griglia)

Dolci
Coppa Don Pedro (gelato alla crema con mandorle fresche tritate, gocce di cioccolato e un tocco delicato di whisky)
Alfajores de maicena (biscotto alla vaniglia ripieno di dolce di latte)
Flan casero con dolce di latte e crema chantilly
Pastelito (fagottino ripieno di ricotta e dolce di latte)

Vini Argentini
Malbec, Syrah, Merlot, Torrontes (vini corposi e aromatici tipico vino della patagonia argentina).

Per info e prenotazioni
TELEFONO:  333 821 0879
MAIL:  ca.marcos2014@gmail.com

 

Condividi:

Leggi anche

Newsletter

Torna in alto