Giugno 2017

Copertina Primo Piano giugno 2017

Verdi speranze

Verde. È uno dei miei colori preferiti. Si adatta perfettamente a questo periodo dell’anno. Un momento in cui tutto il mondo sta sbocciando, la natura è in fiore. Verde è uno dei colori della nostra terra generosa e assolata, l’Emilia. Una terra che ha avuto il coraggio di risollevarsi e lottare, e che proprio nei giorni in cui scrivo festeggia un anniversario speciale. Era il 2012 quando le nostre case furono squassate da un tremore che ci ha lasciati tutti attoniti.

Francesca Amadei

Sommario

Cooperazione
– In morte di una grande cooperativa
– La parola ai soci
Cultura
– Correggio chiama Torino
Politica
– Successo primarie PD: voglia di esserci
Incontri
– Dalla terra alla tavola
Scuola
– Gli esami sono vicini!
– Balcani, un eccidio attuale
Personaggi correggesi
– Genosse, donna dalle mille risorse
Sport
– Non “C” siamo
– Un gigante gentile
Musica
– Un primo luglio di jazz e solidarietà
– Nights, il suono della nebbia
Solidarietà
– Eravamo quattro amici al bar
Rubriche
virgolette: Verdi speranze
Primo Piano opinioni: Erasmus
un film a colazione: Operazione Proteus, distopia reale?
raccontami: Il metodo danese per vivere felici – hygge; Per Sempre amici
le imprese di Ettore: Di qualcuno mi devo pur fidare
notizie in breve
appuntamenti culturali a Correggio: In giugno la fiera, il cinema, incontri e spettacoli
cultura popolare: Al bulo ed la véla – il bullo di paese
agricoltura, verde, ambiente: La grana del grano
una poltrona in terza fila: Cinque regole d’oro per lo spettatore perfetto
l’angolo del relax
una regione al mese, ecco il Belpaese: Maccheroni alla molisana, piatto povero ma di gran gusto
come parliamo: Nuove mode di dire
in punta di pennino

IL MEGLIO DEL MESE

Il termine bullo pare che derivi da un’antica parola tedesca, Buhle, che significa «amante, amato». Al bulo ed la véla proprio

Diciamocelo: siamo abituati ad avere molti talenti nella nostra piccola patria. Oggi parliamo di tre ragazzi che hanno fatto della

Sono le ultime settimane di scuola ed è ora – per prof e studenti – di iniziare a gustarsi l’odore

È fisiologico che un’impresa nasca, si sviluppi, cambi di forma; e che prima o poi muoia. E non c’è nessun